Cittadini bulgari e rumeni: libero accesso al mercato del lavoro

Una notizia attesa da molte aziende e da molte organizzazioni. Come scrive Alessandro Millo, Dirigente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

"Con il definitivo superamento delle residue restrizioni imposte ai Paesi "neo comunitari", dai trattati di adesione all'Unione Europea, dal 1° gennaio 2012 i cittadini bulgari e rumeni hanno libero accesso al mercato del lavoro e possono svolgere sul territorio italiano qualsiasi attività lavorativa, autonoma o subordinata, così come qualsiasi cittadino europeo."

Quali sono le principali regole che disciplinano l'ingresso, l'assunzione e il distacco temporaneo di questi lavoratori?

Puoi approfondire l'argomento nell'articolo di Alessandro Millo: leggi/scarica qui! 

About the Author

studio-acerbi

Leave a Comment