ROL ed ex festività: vuoi saperne di più?

Che cosa sono i ROL

I “Rol”  i permessi per riduzione orario di lavoro sono una previsione meramente contrattuale che consente al lavoratore di astenersi dall’espletamento della prestazione lavorativa, senza subire una decurtazione della retribuzione. A giugno scade il termine per usufruire dei Rol e delle ex festività nella maggior parte dei C.C.N.L. 
Se le aziende provvedono alla stipula degli accordi con i dipendenti, possono evitare di pagare i contributi sulla valorizzazione dei rol ed ex festività, maturati dai propri dipendenti e non ancora goduti.
Come vengono usufruiti

Il godimento avviene tramite concessione di permessi orari, la cui durata può estendersi anche a giornate intere. Per il godimento il lavoratore dovrà inoltrare apposita richiesta entro un congruo termine di preavviso
Quando maturano

Ogni C.C.N.L. prevede una differente maturazione annua , taluni contratti prevedono anche una maturazione differenziata in base all’anzianità ed alla qualifica
Che cosa sono le Ex festivita’
Con la Legge 5 Marzo 1977 n. 54 il Legislatore aveva previsto l’abolizione delle festività di seguito elencate:
  • Epifania (poi ristabilita con Dpr n. 792/1985)
  • S. Giuseppe
  • Ascesione
  • Corpus Domini
  • SS. Apostoli Pietro e Paolo.
A fronte di tale previsione normativa i Contratti Collettivi hanno previsto il diritto (compensativo) di fruire di 32 ore di permessi individuali aggiuntivi.
Mancato godimento e Monetizzazione
La monetizzazione del monte ore residuo a fine anno è, di norma, previsto dalla maggior parte dei contratti collettivi. Il pagamento di tale indennità sostitutiva avverrà alla scadenza prevista dal C.C.N.L. ed utilizzando come base di calcolo la retribuzione in vigore all’atto dell’erogazione.
Obbligo Contributivo
In caso di mancato godimento nel corso dell’anno e di mancata monetizzazione delle ore di permesso per Rol ed Ex festività maturate alla scadenza prevista dai C.C.N.L , l’obbligo contributivo permane in capo al datore di lavoro che deve provvedere entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui si colloca il termine ultimo di godimento del permesso. Il Ministero del Lavoro ,in risposta ad un interpello dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, ha precisato che in relazione alla valorizzazione previdenziale dei Rol Scaduti e non goduti , non vi è alcuna registrazione obbligatoria sul Libro Unico del lavoro, in quanto non vi è alcuna dazione al lavoratore stesso ed, in relazione alla trattenuta contributiva effettuata al dipendente al momento della corresponsione delle somme, in tale caso non e’ applicabile, mancando l’erogazione stessa.
Operativamente , l’azienda dovrà calcolare e versare i contributi , comprensivi della quota a carico del lavoratore, alla scadenza prevista e , solo nel momento in cui il lavoratore realmente usufruirà di tali ore di permesso ricevendone, quindi, la remunerazione relativa, trattenere allo stesso la quota di competenza.
Differimento del termine

Il Ministero del Lavoro con nota n. 9044 del 3 Giugno 2011 , richiamando quanto espresso per l’istituto delle ferie con le circolari n. 186/99 e n. 15/2002 , ribadisce che il termine ultimo previsto dal C.C.N.L. può essere differito in virtù di accordi e/o regolamenti aziendali o anche pattuizioni individuali tendenti ad agevolare il più possibile l’effettivo godimento delle ferie da parte del lavoratore , per analogia con quanto sopra espresso , anche relativamente agli istituti dei Rol e delle Ex Festività sarà possibile prevedere forme flessibili di godimento dei permessi , nell’ottica del contemperamento tra le esigenze dell’impresa e dei diritti dei lavoratore.
Al proposito , anche l’INPS con il messaggio n. 14605 , sottolinea come sia nella disponibilità delle parti prevedere una deroga alla contrattazione collettiva sul termine ultimo di fruizione del monte ore e che , in tali casi, l’insorgenza dell’obbligazione contributiva verrà rinviata in coincidenza con il predetto termine.
L’Istituto ,inoltre, precisa che nei casi in cui la contrattazione collettiva non preveda un termine ultimo per il godimento dei permessi, la gestione sarà liberamente prevista dalle parti, senza alcuna obbligazione contributiva connessa.
CONSIDERAZIONI

Per quanto sopra menzionato, appare necessario e sicuramente importante, per le aziende addivenire ad accordi aziendali o individuali con i lavoratori al fine di non stravolgere completamente una prassi molto diffusa nel tessuto economico italiano che è quella di mantenere accantonato il monte ore residuo al fine di agevolare i lavoratori che potranno utilizzare un monte ore più cospicuo da utilizzare in periodi successivi in base alle proprie esigenze.
Ipotesi di accordo :
Le possibilità di accordi per regolamentare la fruizione di Rol e ex festività , possono essere di due tipi :
  1. Accordo individuale plurimo tra azienda e lavoratori ove si conviene di posticipare la data di possibile fruizione delle ore maturate in ogni anno solare entro la scadenza del 31 Dicembre del 4° anno successivo. Decorso tale termine sarà cura dell’azienda monetizzare il monte ore non fruito all’anno in oggetto con l’elaborazione del cedolino del mese di gennaio dell’anno successivo.
  2. Accordo individuale plurimo tra azienda e lavoratori ove si conviene di mantenere accantonato il monte ore Rol ed Ex festività maturato in ogni anno solare al fine di agevolarne l’utilizzo da parte dei lavoratori negli anni successivi in base alle proprie esigenze. L’accantonamento sarà a tempo indeterminato ed i lavoratori non avranno termine ultimo di godimento .

Con il primo accordo A) si sposta il termine ultimo di godimento al 31/12 del 4° anno successivo , con il secondo accordo B) si elimina il termine ultimo lasciando la gestione dei Rol e delle ex festività nella completa disponibilità del lavoratore. In questo ultimo caso è necessario prevedere nell’accordo , una clausola che preveda la possibilità per il lavoratore di richiedere la monetizzazione di tutto o parte del monte ore residuo accantonato per determinate motivazioni .

Come fare questo accordo? Contattaci:

About the Author

studio-acerbi

1 Comments
  1. 26/04/2012 at 08:24
    Reply

    [...] NEW! ROL ed ex festività: a giugno scade il termine! Scopri cosa fare, clicca qui! [...]

Leave a Comment