Favoriamo il lavoro: abbattimento contributivo per chi assume lavoratori disoccupati

L’art. 8, comma 9, della legge n. 407/1990 prevede un abbattimento contributivo per trentasei mesi nel caso in cui i datori di lavoro assumano a tempo indeterminato disoccupati da almeno ventiquattro mesi o lavoratori sospesi e beneficiari di trattamento integrativo straordinario da un uguale periodo. Le assunzioni non debbono essere dirette a sostituire lavoratori licenziati o sospesi. Per quel che concerne il concetto di “sostituzione”, nel silenzio della legge, si ritiene applicabile il limite dei sei mesi, previsto dall’art. 15, comma 6, della legge n. 264/1949, ai fini del diritto di precedenza alla riassunzione.

 
L’incentivo è soltanto di natura contributiva ed è pari:
  • al 50% nel centro nord;
  • al 100% nel Mezzogiorno e in favore delle imprese artigiane, ovunque ubicate.
Ovviamente, sia nell’uno che nell’altro caso la contribuzione a carico del lavoratore resta inalterata.
 
In caso di assunzione a tempo parziale ma indeterminato il beneficio, rapportato alla prestazione lavorativa, viene riconosciuto, secondo l’orientamento espresso dal Ministero del Lavoro nella nota n. 1179 del 4 marzo 1993 e dall’INPS con le circolari n. 25/1991, n. 215/1991 e n. 121/1993.
 
Il beneficio non è riconosciuto ai soci lavoratori delle cooperative (v. messaggio INPS n. 22923 dell’11 marzo 1999), atteso che al di fuori dei casi tassativamente previsti non è possibile riconoscere ai soci lavoratori le altre agevolazioni che il Legislatore ha previsto per incentivare l’occupazione.
 
Per il riconoscimento delle agevolazioni la circolare INPS n. 51/2004 richiede due condizioni: la prima è la dichiarazione di responsabilità ex DPR n. 445/2000 prodotta dal lavoratore al centro per l’impiego, la seconda è l’attestazione di permanenza del soggetto nello stato di disoccupazione.  

About the Author

studio-acerbi

1 Comments
  1. 19/06/2012 at 14:26
    Reply

    [...] NEW! Favorire il lavoro: abbattimento contributivo per chi assume disoccupati. Scopri i dettagli, clicca qui! [...]

Leave a Comment