Invalidità professionale per uso del cellulare

Con sentenza n. 17438/2012 la Cassazione ha affermato che l’utilizzazione continuata, per motivi di lavoro, del telefono cellulare può essere definita come concausa di alcuni tumori. 

Nel caso di specie, ha riconosciuto una rendita per malattia professionale con invalidità dell’80% stabilita dalla Corte di Appello di Brescia, ritenendo che tra la individuazione di un tumore benigno al nervo trigemino sinistro e l’utilizzazione del cellulare per motivi di lavoro per dodici anni e per cinque – sei ore di lavoro al giorno del dirigente di una multinazionale vi fosse una stretta correlazione.

About the Author

studio-acerbi