19/11/2013 – Lombardia: ecco i nuovi stage

Lombardia: definita la disciplina per i nuovi stage


Gli indirizzi sui tirocini in Lombardia sono stati definiti ed entreranno in vigore 30 giorni dopo la pubblicazione dei decreti dirigenziali che definiscono i modelli di convenzione di ti...rocinio e progetto formativo individuale.

Quasi tutto pronto anche in Lombardia per l'applicazione delle norme sui tirocini così come formulate sulla base dell'Accordo di Gennaio 2013.

Manca, per l'effettività delle norme, ancora un passaggio ufficiale con la pubblicazione nel bollettino regionale dei decreti dirigenziali sui modelli di convenzione, ma i contenuti delle Linee guida sono noti e così sintetizzabili:

  • i tirocini non costituiscono un rapporto di lavoro, bensì una metodologia formativa ovvero una misura di politica attiva finalizzata agli obiettivi dell’orientamento, della occupabilità e dell’inserimento o reinserimento nel mercato del lavoro;
  • rientrano negli indirizzi in oggetto i tirocini promossi sul territorio regionale e rivolti a cittadini dell’Unione europea o a cittadini extracomunitari in condizione di regolarità, a partire dai quindici anni di età o dai sedici anni per i tirocini formativi e di orientamento o di inserimento/reinserimento al lavoro;
  • l'odierna disciplina definisce uno standard minimo inderogabile anche con riferimento a iniziative ed esperienze aventi medesimi obiettivi e struttura dei tirocini indipendentemente dalla denominazione utilizzata;
  • definizione di limiti al ricorso dei tirocini e della loro durata;
  • possibilità di tirocinio in orario notturno;
  • attivazione delle assicurazioni INAIL e per la responsabilità civile verso terzi;
  • rilascio al tirocinante dell'attestazione della attività svolta e delle competenze acquisite;
  • riconoscimento della indennità al tirocinante nella misura non inferiore euro 400 mensili lorde (o 300 euro se previsto il servizio mensa o l'erogazione di buoni pasto ovvero qualora l'attività di tirocinio implichi un impegno giornaliero superiore a 4 ore. Nessuna indennità è prevista nel caso di tirocinante percettore di forme di sostegno al reddito qualora sia sospeso dal lavoro o disoccupato. Nel caso di soggetto ospitante che sia una Pubblica Amministrazione si applica un'indennità forfettaria di almeno 300 euro mensili;
  • individuazione di norme specifiche nel caso di coinvolgimento di soggetti diversamente abili o socialmente svantaggiati o di tirocini estivi di orientamento/tirocini curricolari.

Ai tirocini in corso di svolgimento alla data di entrata in vigore degli Indirizzi in commento continua ad applicarsi la normativa di riferimento vigente alla data del loro avvio (anche in caso di proroga, se prevista e ammissibile dalla normativa di riferimento).

Per le convenzioni collettive in corso, che hanno una durata temporale predeterminata entro la quale è possibile attivare singoli tirocini, queste dovranno essere adeguate alle disposizioni dei presenti Indirizzi alla data di entrata in vigore degli stessi, come sopra definita; di conseguenza i relativi tirocini, successivamente avviati, dovranno essere adeguati alle nuove disposizioni.

About the Author

studio-acerbi