4/11/2013 – Rinnovi C.C.N.L

Rinnovi C.C.N.L


Dirigenti - Aziende cooperative - Rinnovo del c.c.n.l. 

Con l'accordo 30 settembre 2013 Legacoop, Agci, Cgil, Cisl e Uil e il coordinamento nazionale (Cgil, Cisl e Uil) dei dirigenti di azienda delle imprese cooperative hanno rinnovato il c.c.n.l. per i dirigenti delle aziende cooperative. 

L'accordo decorre dal1° gennaio 2012 e scadrà il 31 dicembre 2014.

Assistenza integrativa
Dal 1° gennaio 2014 l'assistenza sanitaria integrativa e' garantita mediante un contributo annuo pari a € 3.600,00 (di cui € 3.400,00 a carico del datore di lavoro e € 200,00 a carico del dirigente).

Dirigenti pensionati
L'assistenza sanitaria integrativa ai dirigenti pensionati decorre:

  • dal 1º gennaio 1992, per tutti coloro che risultino iscritti alle rispettive Casse di assistenza al 30 giugno 1991 ed in regola con la contribuzione; per i dirigenti in pensione di anzianità il diritto decorrerà dal 1º gennaio 1993;
  • trascorsi 8 anni, pari a 96 mesi, per i dirigenti assunti o nominati successivamente al 30 giugno 1991 i quali risultino iscritti alle rispettive Casse di assistenza ed in regola con la contribuzione al 31 dicembre 2013;
  • trascorsi 10 anni, pari a 120 mesi, per i dirigenti assunti o nominati successivamente al 31 dicembre 2013 i quali risultino iscritti alle rispettive Casse di assistenza ed in regola con la contribuzione al momento del pensionamento.

I dirigenti che andranno in pensione successivamente alle decorrenze suddette, per continuare ad usufruire dell'assistenza dovranno versare, dal 1° gennaio 2014, alla Cassa cui sono iscritti al momento della cessazione dell'attività lavorativa una quota ragguagliata:

  • al 50% del costo annuale della garanzia, in presenza di una regolare contribuzione alla Cassa superiore ai 20 anni;
  • al 55% del costo annuale della garanzia, in presenza di una regolare contribuzione alla Cassa compresa tra i 16 ed i 20 anni;
  • al 60% del costo annuale della garanzia, in presenza di una regolare contribuzione alla Cassa compresa tra gli 8 ed i 15 anni.

Qualora il pensionamento avvenga nel corso dell'anno, l'iscrizione richiesta alla garanzia sanitaria pensionati e superstiti decorrerà dal 1° gennaio dell'anno successivo.

Per i mesi che intercorrono dal pensionamento al 31 dicembre dello stesso anno, il dirigente continuerà ad usufruire della prestazioni della garanzia dirigenti in servizio.

I dirigenti in pensione, già iscritti alla Cassa al 1° gennaio 2013 manterranno, nella definizione della quota di contribuzione annuale a loro carico, la condizione di miglior favore maturata.

Per i dirigenti in possesso al 31 dicembre 2013 del requisito dell'età di vecchiaia, ma non di una regolare contribuzione superiore a 20 anni, la quota di contribuzione a loro carico è pari al 55% del costo annuale della garanzia pensionati e superstiti.

Contribuzione
Dal 1° gennaio 2014, il contributo è fissato in € 2.000,00, interamente a carico dell'azienda e calcolato per tutti i dirigenti in servizio, anche se non iscritti alla Cassa di assistenza.

Dalla stessa data il costo annuo della garanzia sanitaria è elevato ad € 4.000,00.

Familiari superstiti 

Hanno diritto all'assistenza sanitaria i superstiti - già presenti nel nucleo familiare del dirigente al momento del decesso e beneficiari di pensione di reversibilità o indiretta Inps ovvero di forme di previdenza sostitutive esclusive o esonerative dell'A.g.o. - di dirigenti in servizio iscritti alla Cassa di assistenza o di dirigenti pensionati beneficiari delle prestazioni della stessa.

Previdenza integrativa
A integrazione della contribuzione in vigore (7% della retribuzione annua assunta a base della determinazione del t.f.r., entro un massimale di € 100.000,00 annui, di cui il 6% a carico del datore di lavoro e l'1% a carico del dirigente), limitatamente al 2014 è prevista una contribuzione una tantum di:

  • € 600 a favore di ogni dirigente in forza sia la 30 settembre 2013 che al 1° gennaio 2014;
  • € 400 a favore di ogni dirigente in forza solo al 30 settembre 2013.

Metalmeccanica, oreficeria, odontotecnica: disciplina interconfederale dell'apprendistato professionalizzante

Con l'accordo 23 ottobre 2013 sono stati prorogati al 31 gennaio 2014 gli effetti della disciplina transitoria dell'apprendistato introdotta dall'Accordo interconfederale 3 maggio 2012 per il comparto artigiano.

Il 16 luglio 2013 Confartigianato Autoriparazione, Confartigianato Metalmeccanica di produzione, Confartigianato Impianti, Confartigianto orafi, Confartigianato Fe.Na.Od.I., CNA Produzione, CNA Installazione di impianti, CNA Servizi alla comunità/autoriparazioni, CNA Artistico e tradizionale, CNA Benessere e sanità, Casartigiani, CLAAI con Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil avevano prorogato gli effetti della disciplina transitoria dell'apprendistato introdotta dall'Accordo interconfederale 3 maggio 2012 per il comparto artigiano fino al 31 ottobre 2013 per i dipendenti dalle imprese artigiane dei settori metalmeccanica, installazione di impianti, orafi, argentieri ed affini e dalle imprese odontotecniche.

Con l'accordo 23 ottobre 2013, detti effetti sono ulteriormente prorogati fino al 31 gennaio 2014.


Studi professionali: disciplina dell'Elemento economico di garanzia

Con accordo 22 ottobre 2013 le Parti hanno stabilito che nelle Regioni in cui siano state presentate le piattaforme ma non ancora siglati gli accordi di 2° livello, il termine per la stipulazione degli accordi è al 30 aprile 2014.

Il c.c.n.l. 29 novembre 2011 per i dipendenti da studi professionali prevedeva che entro il 31 marzo 2013 dovevano essere presentate le piattaforme degli accordi di 2° livello ed entro il 30 settembre 2013 dovevano essere definiti i relativi accordi integrativi.

Qualora entro il 30 settembre 2013 l'accordo non fosse stato definito, ai lavoratori in forza da almeno 6 mesi al 1° ottobre 2013, con la retribuzione di ottobre 2013 doveva essere erogato un importo una tantum a titolo di elemento economico di garanzia, nelle misure previste dal c.c.n.l. stesso.

Con l'accordo 22 ottobre 2013 Confprofessioni con Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno stabilito che nelle Regioni in cui siano state presentate le piattaforme ma non ancora siglati gli accordi di 2° livello, il termine per la stipulazione degli accordi è prorogato di 7 mesi, slittando al 30 aprile 2014.

Qualora entro il 30 aprile 2014 l'accordo non sia definito, con la retribuzione di maggio 2014 andrà erogato l'elemento di garanzia.


Autostrade e trafori: rinnovo del c.c.n.l

In data 24 ottobre 2013 è stata positivamente sciolta la riserva relativa al rinnovo del c.c.n.l.

Ratificata la riserva relativa al rinnovo del c.c.n.l. per i dipendenti da società e consorzi concessionari di autostrade e trafori, a seguito delle assemblee dei lavoratori che hanno approvato l'ipotesi di accordo raggiunta il 1° agosto 2013.


Legno e arredamento piccola e media industria, rinnovato il ccnl

Con l'ipotesi di accordo 25 ottobre 2013 le Parti hanno rinnovato il c.c.n.l. per gli addetti alle piccole e medie industrie del legno, del sughero, del mobile, dell'arredamento e forestazione.

L'accordo decorre dal 1° giugno 2013 e scadrà il 31 maggio 2016.

Le Parti concordano di recepire i seguenti accordi interconfederali del sistema Confapi: 9 febbraio 2010 (apprendistato professionalizzante), 26 luglio 2011 (certificazioni di malattia), 20 settembre 2011 (Rls), 20 aprile 2012 (rappresentatività), 20 aprile 2012 (apprendistato), 23 luglio 2012 con la sua intesa applicativa 28 dicembre 2012 (relazioni industriali), 18 settembre 2012 (dimissioni), 9 maggio 2013 (detassazione).

L'accordo prevede incrementi dei minimi retributivi con decorrenza novembre 2013, luglio 2014 e agosto 2015. Gli aumenti retributivi relativi alle mensilità da giugno a ottobre 2013 verranno corrisposti con la retribuzione di novembre 2013 (una mensilità), con la retribuzione di gennaio 2014 (due mensilità) e con la retribuzione di maggio 2014 (due mensilità).

A decorrere dalla sottoscrizione dell'accordo, in caso di mancata adesione alla bilateralità, l'azienda deve erogare ai lavoratori un elemento retributivo aggiuntivo (E.a.r.), pari a € 25 mensili per 13 mensilità, non riassorbibile, che ha riflessi su tutti gli istituti retributivi di legge e contrattuali, indiretti o differiti, escluso il t.f.r. ed è altresì tenuta all'erogazione diretta in favore dei lavoratori di prestazioni equivalenti a quelle erogate dalla bilateralità.

Le Parti individuano quale fondo sanitario integrativo di settore il Fondo Altea.

La contribuzione a carico azienda decorrerà dal 1° agosto 2014.


Ceramica aziende industriali, posizioni ancora distanti

Fissata per oggi 29 ottobre la riunione in sessione plenaria per il rinnovo del Ccnl dell'industria ceramica. Dalle riunioni precedenti sono emerse divergenze che impediscono una rapida soluzione del negoziato.

Si è svolta il 16 settembre scorso la terza riunione in plenaria tra Confindustria ceramica e Femca-Cisl, Filctem-Cgil e Uiltec-Uil per il rinnovo del Ccnl dell'industria ceramica (scadenza 30 giugno 2013). 

In seguito all'incontro, preso atto che permangono ancora divergenze che impediscono una rapida soluzione del negoziato, è stato dichiarato lo stato di agitazione da parte delle organizzazioni sindacali.

Dopo la riunione in ristretta fissata per il giorno 15 ottobre il confronto prosegue con una riunione in sessione plenaria prevista per oggi 29 ottobre 2013.

About the Author

studio-acerbi