17/01/2014 – DURC e rateazione

DURC e rateazione: rilascio in caso di irregolarità?


 

L’INPS chiarisce gli effetti ai fini del rilascio del Durc del mancato pagamento delle rate in presenza di rateazione concessa dall'Agente della Riscossione.

In presenza di esposizioni debitorie per le quali il contribuente abbia richiesto ed ottenuto il beneficio del pagamento con modalità rateale, l'irregolarità potrà essere attestata in sede di verifica ai fini del rilascio del DURC, solo a seguito dell'intervenuta trasmissione, sui sistemi informatici di colloquio con Equitalia, della notizia della decadenza registrata dal competente Agente della Riscossione.

E’ quanto afferma l’INPS a proposito delle norme contenute nell’art. 19 del D.P.R. n. 602 del 29 settembre 1973, come modificate dall'art. 52, comma 1, lett. a), n. 2), D.L. 21 giugno 2013, n. 69 (c.d. "decreto del fare"). Tale articolo stabilisce che "in caso di mancato pagamento, nel corso del periodo di rateazione, di otto rate, anche non consecutive il debitore decade automaticamente dal beneficio della rateazione".

In relazione a ciò, per l’INPS è stato necessario considerare gli effetti che da tale previsione discendono ai fini dell'accertamento della regolarità contributiva in sede di emissione del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).

About the Author

studio-acerbi