Milleproroghe: novità in pillole

Il Senato, il 16 febbraio (con 153 voti favorevoli e 99 contrari), ha approvato l’emendamento di conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244 (c.d. decreto Milleproroghe).

Nell’emendamento sono state previste ulteriori novità in materia di lavoro. Queste le più importanti:

DISABILI

Rinviata al 1° gennaio 2018 la soppressione dell’art. 3, comma 2, della legge n. 68/1999.

In considerazione di ciò, per il collocamento di disabili presso i datori di lavoro che occupano da 15 a 35 dipendenti, continuano ad applicarsi le norme previgenti e l’obbligo di assunzione non scatta se non vi sono nuove assunzioni.

La norma, ancora in essere per tutto il 2017, prevede, nelle aziende da 15 a 35 dipendenti, un anno di tempo per assumere un lavoratore disabile dal momento in cui veniva effettuata una nuova assunzione (la sedicesima quindi).

DIS-COLL

Prorogata l’erogazione del sussidio di  disoccupazione per i collaboratori fino al 30 giugno 2017.

DENUNCE INFORTUNIO

Slitta dal 2 aprile al 12 ottobre 2017, la data di inizio dell’obbligo di comunicazione degli infortuni che comportano un’assenza dal lavoro di un solo giorno, oltre a quello in cui è avvenuto l’infortunio.

LUL TELEMATICO

L’obbligo di tenuta telematico del Libro Unico del Lavoro, inizialmente fissato al 1° gennaio 2017, slitta al 1° gennaio 2018.

PENSIONI

E’ stato rinviato al 2018 l’adeguamento delle pensioni, volto a compensare l’inflazione che prevede la restituzione dello 0,1% sugli assegni previdenziali.

Contattaci per maggiori info:


Chiama il consulente dedicato: +39.0187.738104, interno 22
Scrivi una email: info@studioassociatoacerbi.it

About the Author

web-manager

Leave a Comment