NO al licenziamento per “inidoneità” alle mansioni senza visita collegiale

Con sentenza n. 10576/2017, la Corte di Cassazione ha ribadito che il licenziamento per aggravamento delle condizioni di salute di un lavoratore disabile, assunto tramite il collocamento obbligatorio, è possibile solo qualora l’inidoneità venga accertata da una commissione medica competente e non soltanto dal medico competente dell’azienda.

I giudici della Suprema Corte hanno evidenziato come la procedura idonea per un licenziamento per motivi di salute debba essere quella che prevede:

  • un primo accertamento del medico di fabbrica
  • una successiva richiesta di visita collegiale presso la commissione medica, qualora si ravvisi una inidoneità alle mansioni.

Contattaci per maggiori info:


Chiama il consulente dedicato: +39.0187.738104, interno 22
Scrivi una email: info@studioassociatoacerbi.it

About the Author

crm

Leave a Comment