Cassazione: inabilità permanente e licenziamento

Condividi!

Con sentenza n. 8419/2018, la Cassazione ha affermato che in caso di invalidità permanente il datore di lavoro deve verificare se nella propria organizzazione esistono posizioni di lavoro confacenti, anche se di livello inferiore.

La Suprema Corte, tuttavia, ritiene che l’assegnazione in altra mansione debba essere compatibile con gli interessi datoriali e, comunque, non deve essere tale da snaturare l’organizzazione dell’impresa: il tutto, in un’ottica di bilanciamento degli opposti interessi (conservazione del posto e libertà di impresa).

Contattaci per maggiori info:

Chiama il consulente dedicato: +39.0187.738104, interno 22
Scrivi una email: info@studioassociatoacerbi.it

Condividi!

About the Author

crm

Leave a Comment