Licenziamento per scarso rendimento

Condividi!

La sentenza n. 2289/2019 della sezione lavoro  della Corte di Cassazione respinge il ricorso del lavoratore, ritenendo legittimo il licenziamento allo stesso intimato dalla società datrice, per non aver rispettato i tempi di lavorazione di un lotto di trenta pezzi. La Suprema Corte ha ritenuto indicativi e importanti, ai fini del decidere, due precedenti negativi del lavoratore, provati e non contestati e la prognosi negativa dell'azienda stessa sulla possibilità di un aumento di diligenza da parte del dipendente nell'esecuzione la sua prestazione lavorativa.

E’ quindi legittimo (secondo il sopra citato indirizzo degli Ermellini)  licenziare un lavoratore lento se risultano provate e non contestate anche due precedenti violazioni e se non ci sono margini di miglioramento.

Contattaci per maggiori info:

Chiama il consulente dedicato: +39.0187.738104, interno 22
Scrivi una email: info@studioassociatoacerbi.it

Condividi!

About the Author

crm

Leave a Comment