Cassazione: elementi presuntivi del demansionamento

Condividi!

Con ordinanza n. 21 del 3 gennaio 2019, la Corte di Cassazione ha affermato che pur essendo il demansionamento “in re ipsa” la prova può essere fornita ex art. 2729 c.c. anche attraverso presunzioni gravi, precise e concordanti, sicchè a tal fine possono essere valutati, quali elementi presuntivi, la qualità e quantità del lavoro svolto, il tipo e la natura della professionalità coinvolta, la durata del demansionamento, la diversa e nuova collocazione, secondo i principi della Corte espressi nelle sentenze n. 14729/2006 e n. 29832/2008.

Contattaci per maggiori info:

Chiama il consulente dedicato: +39.0187.738104, interno 22
Scrivi una email: info@studioassociatoacerbi.it

Condividi!

About the Author

crm

Leave a Comment