Dalla 41esima ora in poi… Banca ore

Condividi!

La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell'accantonamento, su di un conto individuale, di un numero di ore prestate in eccedenza rispetto al normale orario di lavoro. Si rammenta che l’art. 3 del D.Lgs. n. 66/2003 definisce il concetto di normale orario di lavoro. In particolare: «L’orario normale di lavoro è fissato in 40 ore settimanali. I contratti collettivi di lavoro possono stabilire ai fini contrattuali una durata minore e riferire l’orario normale alla durata media delle prestazioni lavorative in un periodo non superiore all'anno». Le ore eccedenti il normale orario di lavoro sono, in genere, ore di lavoro straordinario, ai sensi dell’art. 1, c. 2 del D.Lgs. n. 66/2003. Il 5º comma dell’art. 5 del medesimo decreto consente alla contrattazione collettiva di disporre, in termini alternativi od aggiuntivi alla maggiorazione retributiva prevista per il lavoro straordinario, che i lavoratori possano usufruire di riposi compensativi, mediante la costituzione della banca ore. Tale istituto costituisce, dunque, una forma di flessibilizzazione dell’orario, che consente al lavoratore di accantonare, su di un conto individuale, le ore prestate oltre le 40 settimanali (o il diverso limite contrattualmente previsto) e di utilizzarle, in un momento successivo, come riposi aggiuntivi. In sintesi, se il dipendente presta ore aggiuntive rispetto al suo normale orario di lavoro, potranno essere considerate:

  • di lavoro straordinario e, dunque, essere retribuite con le maggiorazioni previste dal contratto collettivo in base alla loro durata e collocazione (straordinario diurno, notturno, festivo, compreso in lavoro a turni, ecc.);
  • accantonate nel conto individuale della banca ore e non essere, in un primo momento, retribuite, se non con l’eventuale maggiorazione prevista dal contratto collettivo.Le ore accantonate nella banca ore saranno:
  • godute dal lavoratore in un momento successivo come riposo compensativo, senza alcuna decurtazione della retribuzione o del monte ore di ferie e permessi;
  • oppure, monetizzate, per scelta del lavoratore, per decorrenza dei termini contrattualmente previsti, o per cessazione del rapporto di lavoro.

Contattaci per maggiori info:

Chiama il consulente dedicato: +39.0187.738104, interno 22
Scrivi una email: info@studioassociatoacerbi.it

Condividi!

About the Author

crm

Leave a Comment