Divieto di trasferimento del lavoratore che assiste con continuità un familiare disabile

Condividi!

La Corte di Cassazione con  ordinanza 23 agosto 2019 n. 21670 ribadisce il divieto di trasferimento del lavoratore che assiste con continuità un familiare disabile convivente e specifica che riguarda ogni caso di mutamento di luogo di lavoro, anche nell'ambito della medesima unità produttiva.

Secondo la sentenza di merito cassata dalla Corte, il trasferimento sarebbe stato viceversa legittimo, in quanto, pur comportando una distanza maggiore tra sede di lavoro e luogo di dimora del disabile assistito, non sarebbe stato tale da incidere sul concreto esercizio del diritto all'assistenza e non sarebbe pertanto qualificabile come trasferimento vero e proprio secondo la legge.

Contattaci per maggiori info:

Chiama il consulente dedicato: +39.0187.738104, interno 22
Scrivi una email: info@studioassociatoacerbi.it

Condividi!

About the Author

crm

Leave a Comment