Cassazione – nocività dell’ambiente di lavoro

Condividi!

La Corte di Cassazione con ordinanza n. 23441 del 26 ottobre 2020 ha stabilito che spetta al lavoratore che vuole ottenere il risarcimento dei danni alla salute subiti durante l’attività lavorativa dimostrare la nocività dell’ambiente di lavoro e l’effettiva esposizione al rischio: occorre, infatti, che sia dimostrata la riconducibilità dell’affezione denunziata alle modalità concrete di svolgimento della prestazione lavorativa.

Contattaci per maggiori info:

Chiama il consulente dedicato: +39.0187.738104, interno 22
Scrivi una email: info@studioassociatoacerbi.it

Condividi!

About the Author

crm

Leave a Comment