28/11/2012 – Intermittente, comunicazioni anche online

In attesa dell’emanazione del decreto il Ministero del Lavoro avvia la sperimentazione della comunicazione completamente telematica, attraverso la compilazione un modulo on line accessibile dal portale Cliclavoro. Possibile la comunicazione per più lavoratori e periodi di prestazione, anche diversi riferiti alla stessa azienda. Il datore di lavoro potrà effettuare la chiamata anche tramite il proprio consulente del lavoro.

In previsione dell'emanazione del decreto che preveda modalità applicative della disposizione inerente la comunicazione della chiamata del lavoro intermittente, ex art. 1, comma 21, lett. b), Legge n. 92/2012, nonché ulteriori modalità di comunicazione in funzione dello sviluppo delle tecnologie, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha ritenuto utile avviare in sperimentazione anche le comunicazioni telematiche, al fine di mettere a disposizione dei datori di lavoro più strumenti per effettuare le comunicazioni e permettere loro di scegliere quella più congeniale alla propria situazione organizzativa.

Con la nota del 26.11.2012, il Ministero del Lavoro ha altresì illustrato tutte le modalità al momento utilizzabili che sono:

  1. E mail: il datore di lavoro può inviare una mail all'indirizzo di posta elettronica delle Direzioni territoriali del lavoro ovvero all’indirizzo intermittenti@lavoro.gov.it , allegando alla stessa il modello "UNI_Intermittente" debitamente compilato. Ogni singolo modello permette la possibilità di comunicare fino ad un massimo di 10 lavoratori. Inoltre, tramite questo canale sarà possibile anche inviare una comunicazione di annullamento riferita a singole chiamate comunicate precedentemente.
  2. fax al numero 848800131: anche in questo caso il datore di lavoro dovrà inviare per fax il modello "UNI_Intermittente".
  3. SMS al numero 339-9942256: tale canale potrà essere utilizzato solo dalle aziende registrate al portale cliclavoro e abilitate quindi all'utilizzo del lavoro intermittente, avendo cura di indicare nel form di registrazione il numero di telefono cellulare che sarà utilizzato per l'invio della comunicazione. Questo canale dovrà essere utilizzato esclusivamente per la comunicazione della chiamata di un singolo giorno per un solo lavoratore. Pertanto, la data della chiamata coinciderà con la data di invio del messaggio e l'eventuale annullamento dovrà essere comunicato nel medesimo giorno in cui si effettua la comunicazione. L'SMS dovrà contenere le seguenti informazioni separate da uno spazio:
    • "Tipo di comunicazione" (I per l'invio della chiamata e A per l'annullamento di una chiamata precedentemente comunicata);
    • Codice Fiscale del lavoratore che effettuerà la prestazione oggetto della chiamata.
  4. Invio del modulo on line: l'azienda, anche tramite il proprio consulente del lavoro, potrà comunicare le chiamate del lavoro intermittente attraverso la compilazione di un apposito modulo, accessibile dal portale Cliclavoro (www.cliclavoro.qov.it) nella propria area riservata. Questo canale permette la comunicazione per più lavoratori e periodi di prestazione, anche diversi riferiti alla stessa azienda. Il modulo on line prevede altresì l'invio dell'annullamento di singole chiamate comunicate precedentemente.

About the Author

studio-acerbi